Email

info@gliamicididavide.it

Chiama il

0521 1731414

Dona o diventa volontario

Chi siamo

Chi sono Gli amici di Davide?

Vivere insieme è ricchezza

Noi "Amici di Davide” guardiamo al futuro e partiamo dal nostro amico Davide, un ragazzo con disabilità, che Annamaria, mamma del cuore, ha conosciuto piccolissimo ed ha amato fin da subito e che oggi è suo figlio.
Davide ha trovato una mamma capace di dargli amore e fiducia, e che in cambio riceve un amore altrettanto straordinario. Lui una casa e una famiglia oggi li ha, ma lui e la sua mamma, insieme a noi amici, vorrebbero che anche altri ragazzi, nella sua condizione, ovvero non in grado di organizzare il loro futuro, possano avere la stessa opportunità, condividendo esperienze di vita in una grande famiglia composta di famiglie con ragazzi disabili; ma anche da altre famiglie e persone singole, “sotto lo stesso tetto”.

Gli amici di Davide

All’inizio, e fin quando possibile, con i loro genitori, ma in futuro “con altri ancora” che consentiranno a Davide e ai suoi amici di rimanere a vivere nella loro casa e così dare continuità alla vita in una grande famiglia di persone conosciute e vicendevolmente solidali.

Questi ragazzi “speciali”, che tutti i giorni devono fare i conti con gravi disabilità, hanno un patrimonio umano inestimabile ed hanno potenzialità inespresse che solo una famiglia vera può valorizzare.
Davide sarà il nostro testimonial per l’attuazione di un progetto concreto e molto ambizioso.

Siamo una comunità giovane, con tanto entusiasmo, braccio operativo della Fondazione “Futuramente Onlus”, ispirata a principi evangelici, che ha come obiettivo la promozione sociale di ragazzi con disabilità e il miglioramento delle loro condizioni di vita.

Per gli amici di Davide il “Dopo di Noi” inizia oggi.

Tante possono essere le modalità di accudimento e cura per le persone disabili, ma noi pensiamo che la nostra proposta sia unica perché rivolta alle famiglie dove i genitori potranno diventare “grandi” insieme ai loro figli; pensiamo che possa diventare un modello da seguire proprio per la sua originalità e unicità e per i risultati che può ottenere nel miglioramento della vita quotidiana dei ragazzi.

Per fare tutto questo abbiamo trovato una casa, grande e immersa nel verde, nella comunità parrocchiale di San Ruffino, che potrà accogliere Davide con i suoi amici insieme alle loro famiglie, che potranno vivere una accanto all’altra mantenendo ciascuna la sua autonomia e i suoi spazi, ma potranno soprattutto confrontarsi, aiutarsi, condividere gioie e dolori, dare un futuro, qualunque cosa succeda, ai loro ragazzi. In poche parole ‘volersi bene’.
La casa però, ha bisogno di essere ristrutturata e adattata alle nuove funzioni di comunità della condivisione solidale. Per farlo servono l’aiuto di tutti, tante risorse, famiglie disponibili a vivere questa esperienza comunitaria, e soprattutto tante persone disposte ad aggiungere il loro calore e affetto a Davide e ai suoi amici.